La nuova frontiera della sopravvivenza sociale

Una nuova frontiera della sopravvivenza sociale si sta mostrando a tutti noi. Un metodo di approccio con il prossimo sconvolgente (nel più neutrale senso del termine), un metodo che nasce dalla capacità degli individui di rapportarsi con gli altri nella maniera più “elegante” possibile.

E’ il metodo dell’Ipocrisia.

Per ipocrisia intendo quella che maggiormente ho riscontrato: cioè quella nascente da una falsità profonda, quasi geneticamente aggrappata a certi individui (scusate: persone). La suddetta falsità ho capito, nasce dall’insicurezza nei confronti delle conseguenze delle proprie azioni. Se oggi ci si comporta in un modo ci si deve prendere le responsabilità riguardo le conseguenze del proprio comportamento. Come dissi qualche tempo fa (fuori da questo Blog): la maggior opera di riciclaggio non è quella riguardo il denaro, ma bensì riguardo le responsabilità.

Non aver il coraggio delle proprie azioni significa credere ancora prima di terzi della infondatezza o della disonestà dei propri pensieri: quindi è dimostrazione della consapevolezza della propria corruzione mentale. Allora, cari corrotti mentali, siate sicuri che un giorno sarete non solo il fallimento di voi stessi, ma ancor più di quanto non lo siate già: la caricatura di voi stessi.

Buona giornata a tutti.

Gli uomini non dovrebbero riflettere tanto su ciò che devono fare, dovrebbero piuttosto pensare a quello che devono essere.

Meister Eckhart

Annunci

5 thoughts on “La nuova frontiera della sopravvivenza sociale

  1. Un ipocrita è già corrotto dal costume, dalla società, dall’essere bigotti, i segnali se sei un buon osservatore, si vedono lontano un miglio, quindi non succederà che tu condivida qualcosa. Un ipocrita non lo è a momenti, lo è sempre, è falso prima con se stesso e poi con gli altri. Resta sempre il dubbio interpretativo, il canone di riferimento.
    Se non ne hai e non te ne dai, non esiste neppure l’ipocrisia. Esistono solo atti più o meno condivisibili, sta a te preservarti dai meschini e i corrotti, non dando fiducia agli altri e quindi non facendo emergere la sfiducia. Pensare a se stessi e vivere se stessi, nelle proprie scelte, estraniarsi finché è possibile da quelle degli altri. L’altro (l’ipocrita), non esiste per me, nulla condivido con esso e quindi è nulla. Non potrei mai avere un amico ipocrita e che ci faccio, che gli dico, per me lui resta solo con se stesso, non nuoce a me e quindi a nessuno. Poi c’è una società ipocrita e non per questo lottiamo sempre contro di essa… l’ipocrita segue sempre una convenienza, fino a che la società o il sistema glie la offre, gli ipocriti esisteranno sempre… sta a noi isolarli senza fare tanto chiasso, non lo meritano…

    • A volte gli ipocriti si scoprono tali dopo un po’ di tempo e magari sono riusciti a fare già abbastanza danni! Sono d’accordo sul fatto che non si meritano nemmeno la reazione al danno che causano. Si allontanano elegantemente e silenziosamente! Vero.

  2. Cos’è L’ipocrisia? Quando facciamo i pagliacci per non sbranare chi ci sta intorno? Quando fingiamo gentilezza e premura con chi ha bisogno di noi e non possiamo sottrarci perchè ci ha cresciuti? Quando abbracciamo la persona che abbiamo amato pur sapendo che ci stava usando? Quando fingiamo di interessarci di ciò che ci raccontano pur di non restare da soli? Beh se questa è ipocrisia allora sono consapevole di essere un’ipocrita……..ma sono anche tanto, ma tanto incazzata con me stessa perchè tirando le somme mi mancano le palle per dare un taglio a tutta questa messinscena!

    • Lulu ricordati che non è ipocrita chi si contraddice (anche interiormente), ma colui che non riconosce in sé contraddizione.
      Grazie del commento, spero tu abbia trovato questo piccolo blog interessante! A presto!

  3. Ciao Alessandro, ti ringrazio di cuore per ciò che mi hai scritto! Sì mi piace tanto il tuo blog perchè ho visto che quì posso dire veramente quello che penso! Intanto vi mando un pensiero che ho scritto un bel pò di anni fa e che per me è ancora attuale anche se nascosto sotto cumuli di informazioni contradditorie: LA VITA E’ UN GIOCO MERAVIGLIOSO DOVE GIOIA E DISPERAZIONE TI PRENDONO PER MANO E TI ACCOMPAGNANO FINO ALLE SOGLIE DELLA LIBERAZIONE !!!!!!!!!! Buon lavoro a tutti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...