Profumo di colore

Ascoltando un brano di Adrian Johnston tratto dal film “Ritorno a Brideshead” intitolato “Always Summer”, immagino l’odore del colore. Per chi non l’avesse mai sentito è quel profumo di vernice che si sente in una stanza fresca di pittura. Personalmente mi trasmette un senso di pulizia e libertà, di cosa nuova. Il colore che più riesco ad immaginare è un rosa chiaro, misto a panna e giallo chiaro; una stanza vuota con una finestra aperta e delle tende bianche mosse dal vento, fuori una giornata di sole si intravede con un cielo blu e una forte luce che irrompe nella stanza… Silenzio e questo brano. Solo questo riesco ad immaginare ora.

Libertà di espressione come libertà di sognare nel pieno vuoto di una stanza spoglia e calda di aria e sole.

E’ proprio la possibilità di realizzare un sogno che rende la vita interessante.

Paulo Coelho

Annunci

Rapporti Economici di Creatività

Esiste lo sviluppo senza creatività?

La risposta può sembrare ovvia: come può esistere uno sviluppo senza una base creativa, senza un’idea da cui partire?! Purtroppo ad una risposta così implicita ed ovvia non corrisponde la realtà dei fatti. Molte aziende nascono e si sviluppano dove gli Stati e le banche acconsentono ad investire grandi capitali su delle idee ritenute importanti e con buone possibilità di successo. Ma ci sono dei Paesi in cui molte anziende invece falliscono o non nascono nemmeno poichè risiedono in Stati ove una politica bancaria chiusa e vecchia si rifiuta di investire in idee innovative ed interessanti poichè pretendono garanzie che non ci possono essere a causa della natura stessa di questi progetti innovativi; come si può garantire un progetto che non ha precedenti nel mercato?

Avrete ormai intuito che uno dei Paesi in cui la politica bancaria è all’avanguardia nel campo degli investimenti nella ricerca e nei progetti innovativi sono gli Stati Uniti; non serve nemmeno che vi dica invece che un Paese vecchio come l’Italia si configura perfettamente nel modello della polica bancaria vecchia e inadatta alla new economy. In Italia aziende come Microsoft e la ancora più “visionaria” e innovativa Apple non avrebbero mai potuto nascere; entrambi i fondatori erano studenti del College, il co-fondatore della Apple Steve Wozniak era persino un Hacker, riconosciuto anche all’epoca come tale e quindi non di sicuro un imprenditore figlio di imprenditori con un curriculum forte e pieno di garanzie per una banca. Bisogna saper rischiare se si vuole vincere nel mercato dell’innovazione, oggi Microsoft ha reso un uomo come Bill Gates uno dei cinque uomini più ricchi del Mondo, Steve Jobs uno dei più grandi e importanti CEO innovativi del Mondo; Wozniak ricevette dal Presidente degli Stati Uniti d’America la National Medal of Technology nel 1985 e nel Settembre del 2000,  è stato incluso nella National Inventors Hall of Fame. Questi uomini devono ringraziare il buon Dio di essere nati negli Stati Uniti d’America.

Al nostro sistema bancario manca la capacità di vedere ed intuire quali sono le idee innovative capaci di poter vincere nel mercato e devono essere disposte a perdere del capitale perchè soltanto sbagliando…si impara e si sviluppa.

 

 

“Il nostro tempo è limitato, per cui non lo dobbiamo sprecare vivendo la vita di qualcun altro. Non facciamoci intrappolare dai dogmi, che vuol dire vivere seguendo i risultati del pensiero di altre persone. Non lasciamo che il rumore delle opinioni altrui offuschi la nostra voce interiore. E, cosa più importante di tutte, dobbiamo avere il coraggio di seguire il nostro cuore e la nostra intuizione. In qualche modo, essi sanno che cosa vogliamo realmente diventare. Tutto il resto è secondario.”

Steve Jobs